Arredamento Feng Shui per favorire l’armonia della casa

 In News, Suggestioni

foto per articolo feng shui

Se state pensando di rinnovare l’arredo della vostra casa dando nuova energia agli spazi, i principi del Feng Shui fanno al caso vostro. Questa filosofia orientale fornisce infatti importanti precetti su come progettare, strutturare e arredare una casa: farlo in armonia con gli antichi e saggi principi di questa arte permetterà di rendere la vostra abitazione ospitale e rigenerante per il corpo e l’anima.

Cos’è il Feng Shui

L’arte del Feng Shui deriva da fattori culturali e spirituali dell’antica Cina. Feng Shui significa letteralmente “vento e acqua”, che sono i due elementi naturali capaci si modificare l’aspetto di un territorio. Secondo questa filosofia, il mondo è un unicum con alla base il Ch’i, energia vitale primaria, e ogni materia emette energia sotto forma di frequenze che si collegano a tutto ciò che compone il mondo fisico. Il compito del Feng Shui è quello di studiare come il Ch’i interagisca con gli elementi secondo esposizioni, cicli stagionali ed orientamenti.

La casa Feng Shui

Facendo attenzione alla disposizione dei mobili nelle stanze, degli oggetti ed al colore scelto per le pareti si può contribuire al libero fluire delle energie. I mobili, meglio se non troppo ingombranti, devono essere disposti contro le pareti. Il letto in camera dovrebbe collocarsi lontano dalla porta d’ingresso e dalla finestra, in modo da creare un ambiente di maggior tranquillità e sicurezza. La cucina dovrebbe essere accogliente e ordinata, con fornelli lontano dall’ingresso e mobili dalle forme arrotondate.

Ordine è la parola chiave di questa filosofia di arredamento. Eliminate gli oggetti che non vi servono più e sostituite gli oggetti non funzionanti: questi, secondo la filosofia, emanerebbero energia negativa (yin). Dopodiché, ordinate la vostra abitazioni avendo cura di sistemare ogni cosa al posto giusto, in modo da creare uno spazio ordinato in cui energia positiva (yang) possa liberamente fluire. La teoria del Feng Shui ruota intorno a 5 elementi principali: acqua, fuoco, terra, metallo e legno. Questi sono i materiali da prediligere nella scelta di elementi d’arredo: legno e metallo per i mobili, candele per il fuoco, vasi di fiori che possano favorire giochi d’acqua e piante per richiamare la terra. I 5 elementi, in armonia tra loro, creano un ambiente ricco di energia positiva e vitale.

La disposizione degli specchi

Gli specchi da parete hanno vari usi, come creare illusione di profondità, restituirci la nostra immagine o riflettere la luce. Secondo il Feng Shui, oltre alla luce, lo specchio riflette anche l’energia, e per questo si crede che esso sia in grado di potenziare o inibire il Ch’i. Di conseguenza la disposizione degli specchi all’interno della casa deve tenere conto del flusso energetico, che deve essere lasciato libero di circolare.

Ingresso

Posizionare uno specchio nella parete perpendicolare alla porta d’ingresso è l’ideale, poiché favorisce l’ingresso di energie positive e le fa rimbalzare nella casa. Inoltre, favorisce otticamente l’illusione che lo spazio sia più grande, rendendolo subito confortevole e accogliente.

Salotto

Esistono degli spazi in cui sarebbe meglio non posizionare gli specchi, come ad esempio dietro al divano perché non consentirebbero a chi si siede di sentirsi protetto. Stessa cosa posizionando uno specchio davanti alla tv: nel Feng Shui viene considerata come una superficie riflettente che, davanti ad uno specchio, rischierebbe di bloccare l’energia tra le due superfici. Stilisticamente parlando, gli specchi di design stanno molto bene sopra al camino o sopra un armadietto, e sono ottimi punti in cui favorire il flusso energetico.

In base alla posizione e per via della propria forma, uno specchio tondo da parete rifletterà bene l’energia in altre parti della casa, oltre ad aggiungere spazio e profondità alla stanza, donando una sensazione di pace e piacevolezza.

Sala da pranzo

La sala da pranzo è la stanza ideale in cui collocare specchi da parete: in termini energetici, l’energia conviviale che scaturisce dal consumare i pasti con la famiglia aiuterebbe ad aumentare il livello energetico della casa, che potrà circolare grazie alle superfici riflettenti.

Scale o corridoi

Le scale ed i corridoi costituiscono una postazione ottimale per gli specchi a parete: tendenzialmente sono zone strette e di passaggio, in cui l’energia rischia di scorrere troppo velocemente. Uno specchio in questi punti può aiutare l’energia a rallentare prima di passare in altre zone della casa. Si possono anche aggiungere elementi riflettenti come foto o  cornici per rendere fluido il passaggio.

Bagno

Tutti senz’altro avranno uno specchio in bagno, e secondo i principi del Feng Shui questi devono essere posizionati alla giusta altezza: lo specchio non dovrebbe mai tagliare la testa delle persone che si vedono riflesse e anche le persone più alte dovrebbero poter vedere il proprio viso senza doversi chinare. Scegliendo uno specchio tondo delle dimensioni adeguate allo spazio, si possono ottenere la giusta inquadratura ed il passaggio energetico.

Camera da letto

Generalmente gli specchi in camera da letto diffondono troppa energia e possono interferire con il riposo. Se comunque non vogliamo rinunciarvi, il consiglio è quello di non posizionare lo specchio davanti al letto, in modo che l’eccesso di energia non disturbi il sonno. Sarebbe ideale posizionarlo vicino alla porta o alla zona della cabina armadio, per assicurare la funzionalità e lasciare liberamente fluire l’energia della casa.

Scopri tutte le nostre collezioni di Specchi con luci

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search